Home > Germoglio > Ricerche > Arte e Artigianato

Arte e artigianato

La tessitura nell'antichitÓ, simbologia dei tappeti della Vecchia Europa e dell'Anatolia

 

 

Torniamo dunque al nostro glifo, l'H. se ancora non fossimo convinti della potenza stilizzata del suo significato, ecco pronto un altro tappetino, sempre di tessitura balcanica. ╚ ancora pi¨ minuscolo degli altri, una vera mattonellina morbido-ruvida: Ŕ lana grezza non trattata chimicamente. E cosa ancora potremo trovarci, ci si chiederÓ, stremati ma curiosi?

Partendo da una base, questa volta rosso-mattone, che inizia appena dopo la frangia di cotone bianco, ecco che entriamo in un campo bianco-crema screziato: sembra sabbia, fa venir voglia di toccarlo, di accarezzarlo… Ŕ quasi vuoto, ci sono solo quattro triangolini verdi, e, in mezzo ancora un duo di triangoli verdi…che si separano .

Al centro, tra i due triangoli verdi spicca una bellissima H, di colore rosso.

E' una vera e propria "lettera scarlatta" .

Della serie: se proprio non volete vedere - dice il tappetino - non vedete, o meglio: visto che siete cosý ciechi da non vedere, lo metto proprio in evidenza, pure con il colore pi¨ appariscente!

 A questo punto non ci sono pi¨ dubbi: l’H Ŕ davvero il segno rappresentativo, aniconico, della VITA. Il fotogramma, stampato migliaia di anni fa, dalle mani di donne che tessendo trascrivevano la loro cultura, descrivevano impulsi interiori, davano forma alle loro intuizioni profonde, raffiguravano i loro campi genetici, la loro fisiologia, le prerogative che avevano; parlavano per immagini primordiali di quello che per loro era la norma, e che socialmente era ritenuto importante e che dava loro autorevolezza: il privilegio di dare e mantenere la vita…

Non ancora inibite dal patriarcato, semplici nella loro disponibilitÓ a "raccontare", le donne trasmettevano nel tessere - che era la forma quotidiana della rappresentazione - al di lÓ dell'utilizzo pratico dei manufatti - preziose informazioni provenienti direttamente dalle loro cellule, dal loro DNA. In seguito,con la successiva feroce repressione, quando le donne non poterono essere pi¨ le onorevoli e onorate protagoniste di una societÓ matri-centrata, la trasmissione di quelle immagini avvenne in silenzio…

Vennero riportate clandestinamente, camuffate sotto innocui "lavori di donne" le immagini che rappresentavano la originaria potenza femminile, degradata e demonizzata dal patriarcato. Anzi, proprio la non comprensione ne permise la sopravvivenza.

Torniamo alle immagini: osservando, ora nei tappeti anatolici la sequenza figurata: triangoli che si separano pi¨ triangoli che si separano, in verticale, notiamo che la parte in negativo…Ŕ ancora un'H, e pure bella marcata !

Riassumendo: la losanga rappresenta l'unitÓ originaria, la matrice in cui si forma la vita; i triangoli che si separano, il moltiplicarsi; e su quei tappetini c'Ŕ la "zoomata" sul momento "fatale" della prima divisione cellulare, la spinta alla crescita; l'H ne Ŕ la sintesi stilizzata....

Continua...